Siti ed eventi Necropoli di Anghelu Ruju

Necropoli di Anghelu Ruju

Necropoli di Anghelu Ruju

Alghero (SS)

La necropoli preistorica di Anghelu Ruju è la più vasta della Sardegna settentrionale e conta ben 38 ipogei preistorici simili alle Domus de Janas. Il sito si trova nella regione storica e fertile della Nurra, a pochi chilometri dal aeroporto di Fertilia in comune di Alghero.

Necropoli di Anghelu Ruju

La necropoli preistorica di Anghelu Ruju, considerata una delle più antiche della Sardegna e di grande valore archeologico, si trova nel nordest dell'isola nei pressi di Alghero, nella fertile pianura della Nurra. Il sito archeologico è situato lungo la strada che da Alghero porta a Sassari e Porto Torres, e quindi facile da raggiungere. La necropoli è costituita da due aree attigue e conta 38 tombe in totale. Tutte le tombe sono state scavate in una grande roccia affiorante di arenaria calcarea.

La preistoria

I reperti più antichi rinvenuti nella necropoli risalgono al 3500 a C ed appartengono al periodo della Cultura di Ozieri. Le tombe più antiche sono del tipo “a pozzetto” verticale o obliquo con una o più camere funerarie, mentre quelle realizzate più tardi sono “a dromos”, con un accesso a corridoio discendente, una camera centrale e una o più celle dove venivano deposti i resti dei defunti. Dal 2500 a C, nel periodo della Cultura di Abealzu-Filigosa, alcune tombe vennero riutilizzate per nuove sepolture, in qualche caso queste tombe vennero anche ampliate. Della Cultura di Monte Claro (dal 2400 a C) e della Cultura del vaso campaniforme (dal 2200 a C) non sono stati rinvenuti molti reperti, ciò fa pensare che durante quei periodi la necropoli venisse meno utilizzata. Invece nell'epoca della Cultura di Bonnanaro (dal 1800 a C), l'età del bronzo sardo e l'età nuragica, le tombe vennero di nuovo prese in uso per deporre i resti dei defunti.

La tipologia

La collina dove si trova la necropoli non è molto alta e lo strato di roccia calcarea non è molto spesso. Per questo motivo lo spazio verticale è ridotto e il soffitto di molte tombe era così sottile che nel corso del tempo sono crollati. Ci sono due tipi di tombe, quelle “a pozzetto”, come la Tomba XXV, con una pianta irregolare, e quelle “a dromos” con un'architettura più simmetrica (per esempio quelle a forma di T). Tombe del tipo Domus de Janas con accesso dalla parete rocciosa verticale, più comuni nel resto della Sardegna, non sono presenti per via dell'altezza ridotta della roccia.
Le tombe complesse “a dromos” sono costituite da una anticella che dà accesso a una camera centrale, probabilmente usata per i riti funerari. Intorno a questa camera centrale si trovano le celle dove venivano deposti i resti dei defunti. L'indicazione “sassarese” si riferisce al tipo di tomba molto comune nella zona del Sassarese. In queste tombe le celle erano state scavate a raggera intorno alla camera centrale.

Nelle anticelle e nelle camere centrali di alcune tombe (Tomba XXVIII) sono presenti delle decorazioni in rilievo che rappresentano dei simboli e intorno ai portelli sono visibili decorazioni architettoniche. In alcuni casi sono state scavate delle false porte come a simboleggiare il passaggio all'aldilà. In alcune camere centrali sono visibili delle coppelle scavate nel pavimento. Queste coppelle, che probabilmente avevano una funzione nei riti funerari, sono comuni nelle Domus de Janas sparse in tutto il territorio della Sardegna.
L'entrata di ogni singola tomba veniva chiusa da una pietra squadrata e sigillata con dell'argilla. Solo nel caso della Tomba VII si può vedere ancora il portello di chiusura in posizione originale, tutte le altre tombe ne sono prive.

Le tombe

La necropoli è costituita da due zone separate da pochi metri. Tutte le tombe sono contrassegnate da numeri romani o lettere. Nella prima zona, quella più elevata, si conta il maggior numero di tombe. La prima tomba (Tomba A) si trova subito a sinistra dopo l'entrata dell'area archeologica seguita dalle tombe V e XIX. Dietro queste tombe si trovano altre dieci tombe, tra le quali di particolare interesse sono le tombe III, XI e XII. Le tombe XI e XII furono scoperte durante gli scavi archeologici, queste erano intatte e vi sono stati ritrovati molti reperti.
Sulla destra della tomba XIX si trova la tomba VII, questa è l'unica tomba con la pietra di chiusura, ma qui mancano le pareti e il soffitto. Subito dopo si trova una parete bassa verticale dove furono scavate le tombe VI, XXIV e I, spostandosi a destra di queste tombe si trovano le tombe VIII, VIIIbis e IX, tutte con l'entrata nella bassa parete rocciosa. Passato questo gruppo di tombe si trova la tomba XXV, questa è una tomba “a pozzetto”. Nel punto più alto della necropoli, si trovano tre tombe di rilevante interesse, la Tomba XXX, XXVIII e C. La Tomba XXVIII è del tipo “sassarese”, qui si possono ammirare delle particolari decorazioni sulle pareti dell'anticamera rappresentanti corne taurine sovrapposte a cerchi concentrici. Della tomba C “a pozzetto” si può vedere molto bene la planimetria per via del crollo di buona parte del soffitto.

Nell'altra parte della necropoli si trovano alcune tombe particolari, la Tomba XX, II e XXbis. La tomba II fu usata in passato come abitazione e a causa di ciò ha subito danneggiamenti. Anche in tempi più recenti in altre parti della Sardegna delle tombe antiche sono state usate come abitazioni. La Tomba XXbis è particolarmente grande e monumentale, e dentro la ampia camera si trovano due pilastri che sostengono il soffitto. La Tomba XXbis conclude l'itinerario della necropoli.

Bibliografia

1. Demartis, G.M. 1986, La necropoli di Anghelu Ruju, Sassari
2. Lilliu,G. 2003: La civiltà dei Sardi dal paleolitico all'età dei nuraghi, Nuoro

Indirizzo: SP 42 Alghero - Sassari all'altezza dell'aeroporto di Fertilia

Tel: +39 3294385947, 3490871972, 3490871963

Apertura: maggio-settembre 9.00-19.00; aprile e ottobre 9.00-18.00; novembre-marzo 10.00-14.00

Prezzi: Euro 5,00 (Euro 8,00 Necropoli e Nuraghe Palmavera insieme), tariffa ridotta Euro 4,00 a condizioni

Sito web: SILT Sarda Interpreti Lingue e Turismo

Visite guidate disponibili

Le informazioni sono state aggiornate al 2019 tuttavia prezzi e orari di apertura possono subire variazioni.

Ultimo aggiornamento 04/08/2016

Nuraghe App

Get it on Google Play

Indice

©2019 Tharros.info Mappa del sito Privacy Contatto