Duncan Mackenzie e la Sardegna

21/09/2015 08:00:20

Duncan Mackenzie e la Sardegna

Nel 1910 Duncan Mackenzie, allora honorary student alla British School at Rome, pubblicò il resoconto di un suo viaggio in Sardegna del 1908: I Dolmen, le Tombe di Giganti e i Nuraghi della Sardegna. Duncan Mackenzie fu il primo studioso ad intuire la relazione tra le Tombe di Giganti e i nuraghi. Nel libro descrive la visita a sei diverse Tombe di Giganti e quattro dolmen, nonchè sei nuraghi e una fortezza nuragica, nei territori di Nule, Benetutti, Bulzei, Paulilatino e Abbasanta.

Mackenzie descrive i monumenti con grande accuratezza, le sue relazioni sono corredate anche da disegni e fotografie. Tra i nuraghi descritti in dettaglio si trovano il nuraghe Voes (Nule), Arile (Nule), s'Aspru (Benetutti) e Aiga (Abbasanta). Alcune Tombe di Giganti da lui visitate sono quelle di Sas Prigionas (Bultei), Goronna (Paulilatino), Srighidanu e Muraguada (Bauladu). Mackenzie descrive anche i dolmen di Maone (Benetutti), di su Coveccu (Bultei) e di s'Ena 'e sa Vacca (Olzai) e in alcuni di questi nota l'evoluzione verso la più tarda Tomba di Giganti. Suggestive sono anche le descrizioni dell'ambiente, delle passeggiate e delle indicazioni delle distanze percorse, che ci permettono di capire in modo chiaro come ci si spostava allora.

Il testo è tradotto in Italiano con il testo originale in inglese nell'appendice, l'introduzione è a cura di Anna Depalmas.

Duncan Mackenzie e la Sardegna

©2019 Tharros.info Mappa del sito Privacy Contatto